Indicazioni per il contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nella gestione delle attività ricettive

Il presente documento fornisce ai gestori delle attività ricettive indicazioni utili a contenere il rischio di contagio da SARS-CoV-2 nell’attuale contesto emergenziale.

La gestione del rischio si attua ponendo attenzione alle seguenti “macro categorie”:

  1. Ambienti interni
  2. Tipologie di ospiti
  3. Personale addetto
  1. AMBIENTI INTERNI

Gli ambienti interni possono essere così suddivisi:

  • aree comuni (hall, sale pranzo, etc.)
  • reception
  • back office amministrativo
  • camere
  • ascensori
  • servizi igienici

La struttura ricettiva mette a disposizione degli alloggianti materiale informativo per richiamare i corretti comportamenti igienici individuali (*) e il rispetto delle regole di convivenza di cui la struttura si è dotata.

In generale l’accesso alla struttura, il transito e l’uscita devono avvenire secondo modalità che riducono le occasioni di contatto tra le persone.

L’accesso agli spazi comuni, comprese le mense, deve avvenire con il mantenimento della distanza di sicurezza di 1 metro tra le persone che li occupano con previsione di un tempo ridotto di sosta all’interno di tali spazi.

Va ridotto, per quanto possibile, l’accesso alla struttura di soggetti diversi dagli ospiti o da imprese di pulizia e manutenzione.

Gli ambienti interni DEVONO essere quotidianamente puliti. La presenza degli impianti di

condizionamento dell’aria deve prevedere una corretta e costante manutenzione.

Nel caso in cui la tipologia di ospiti ricomprenda le categorie professionali maggiormente esposte a SARS- CoV-2, quali operatori sanitari/socio-sanitari la pulizia degli ambienti interni deve avvenire con prodotti detergenti e successivamente disinfettati (con amuchina 0,5% o alcol).

Durante le operazioni di pulizia assicurare la ventilazione degli ambienti, ove possibile, alternativamente attraverso i sistemi di aerazione meccanici.

Tutte le operazioni di pulizia devono essere condotte da personale che indossa DPI (Mascherina chirurgica; Guanti spessi; scarpa chiusa) il personale dovrà indossare una divisa o un camice a copertura degli indumenti personali, le divise o i camici saranno sanificati presso strutture esterne dedicate. Dopo l’utilizzo, i DPI monouso devono essere raccolti in sacchetti di plastica chiusi, temporaneamente riposti in contenitori chiusi, indi smaltiti nel rispetto delle modalità previste per i rifiuti domestici.

Vanno pulite con particolare attenzione tutte le superfici toccate di frequente, quali superfici di muri, porte e finestre, superfici dei servizi igienici e sanitari.

La biancheria da letto, le tende e altri materiali di tessuto devono essere sottoposti a un ciclo di lavaggio con acqua calda a 60-90 °C con comuni detersivi. La biancheria deve essere maneggiata con guanti.

La Struttura non ha l’obbligo di fornire agli alloggianti il servizio di lavaggio della biancheria personale,

tuttavia può darne offerta a seconda delle proprie disponibilità o ricorrendo a servizi di lavanderia esterni.

  1. Aree comuni (hall, sale pranzo, etc.)

Le aree comuni non devono prevedere la sosta degli alloggianti, se non per necessità contingenti.

La consumazione dei pasti deve avvenire preferibilmente nelle camere. I pasti devono essere preparati in porzioni monodose. I piatti, i bicchieri, le posate e i tovaglioli utilizzati dagli ospiti devono essere usa e getta.

Nel caso di permanenza di ospiti COVID-19 positivi, con sintomi o senza sintomi, il pasto dovrà essere

 consegnato fuori dalla camera dell’ospite.

  • Reception

Nel caso in cui non sia possibile dotare la reception di separazione (schermo/vetro) per l’interfaccia con l’utenza, mantenere la distanza interpersonale di almeno 1 metro. Ridurre al minimo indispensabile il personale addetto alla Reception.

  • Back office amministrativo

Limitare comunque al minimo il lavoro in struttura. Per l’utilizzo degli uffici prevedere la pulizia a fine turno di tastiere, schermi touch, mouse con adeguati detergenti.

  • Camere

Ogni ospite DEVE essere alloggiato in camera singola.

  • Ascensori

Se possibile, sfavorire l’utilizzo degli ascensori; in caso di impossibilità l’accesso all’ascensore deve

avvenire una persona per volta.

  • Servizi igienici

I servizi igienici comuni non devono essere utilizzati, il personale deve poter accedere a servizi igienici unicamente ad esso dedicato. Gli ospiti devono utilizzare unicamente i servizi igienici annessi alla propria camera.

  • Tipologie di OSPITI

Le tipologie di ospiti che hanno necessità di essere alloggiate nelle strutture ricettive sono:

  • personale in servizio presso le stesse strutture;
  • ospiti che vi soggiornano per motivi di lavoro in uno dei servizi per cui non è disposta la chiusura o

la sospensione dell’attività;

  • personale viaggiante di mezzi di trasporto;
  • ospiti costretti a prolungare il soggiorno per cause di forza maggiore che non consentano il trasferimento nei termini suindicati;
  • soggetti aventi residenza anagrafica nelle stesse strutture;
  • soggetti che assistono persone malate o ricoverate in strutture sanitarie;
  • soggetti che hanno stipulato, antecedentemente al 22/3/2020, un contratto con la struttura ricettiva per il soggiorno nella struttura stessa.

Il personale vieta l’accesso alla struttura agli alloggianti che non indossano la mascherina.

 La Direzione della Struttura ricettiva informa ogni ospite dell’obbligo di informare tempestivamente e

responsabilmente la medesima della presenza di qualsiasi sintomo influenzale o di eventuale positività a

tampone naso-faringeo per ricerca di coronavirus durante il periodo di soggiorno al fine di attivare MMG/112/Guardia Medica per gli opportuni accertamenti.

Nel caso di permanenza di ospiti COVID-19 positivi, con sintomi o senza sintomi, si raccomanda il divieto assoluto da parte dei medesimi di utilizzo dei locali comuni.

Altresì la struttura provvederà a consegnare la biancheria pulita e i detergenti per la pulizia della camera fuori dalla porta della camera dell’alloggiante, per tutto il periodo dell’isolamento. L’ospite dovrà provvedere alla pulizia della camera in modo autonomo, lasciando in apposito sacchetto chiuso, fuori dalla porta della camera, la biancheria sporca.

4. Personale addetto

Il personale addetto DEVE utilizzare continuativamente, per tutto l’orario di lavoro la mascherina chirurgica (così come definita dalla circolare del Ministero della Salute del 17 marzo 2020) e in caso di contatto stretto con caso certo o di febbre (oltre 37.5°C) o altri sintomi influenzali deve essere sospeso dall’attività lavorativa e la persona deve porsi in autoisolamento.

(*) Il DPCM 8 marzo 2020 raccomanda, tra le altre, l’applicazione delle seguenti misure igienico-sanitarie:

  • lavarsi spesso le mani facendo uso di soluzioni idroalcoliche;
  • evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
  • evitare abbracci e strette di mano;
  • mantenere, nei contatti sociali, una distanza interpersonale di almeno un metro;
  • igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie)
  • evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri;
  • non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
  • coprirsi bocca e naso se si starnutisce o si tossisce;
  • non prendere farmaci antivirali né antibiotici a meno che siano prescritti dal medico.